10° Trofeo Vulture Melfese Città di Melfi  

Campionato e campioni alla vigilia del Trofeo Vulture Melfese – Città di Melfi e Rapolla

Motori accesi in vista dello slalom lucano che rappresenta il giro di boa della serie tricolore. Dopo l'annullamento dello Slalom Favale-Castello, la classifica assoluta, dopo cinque slalom, vede sempre al comando Salvatore Venanzio davanti a Michele Puglisi e a Luigi Vinaccia. Tra gli Under primo è è Marco Cannino e tra le "pilotesse" Angelica Giamboi.
AciSport 26 Luglio 2023

Si avvicina a passo spedito il via del Trofeo “Vulture Melfese – Città di Melfi e Rapolla”, tappa centrale della serie tricolore in programma il prossimo 30 luglio in Basilicata, e la classifica del campionato vede ancora al comando Salvatore Venanzio, su Radical SR4 Suzuki, con 66 punti. A sole sei lunghezze dal campione campano, anche lui su Radical SR4 Suzuki, si classifica il siciliano Michele Puglisi, il campione italiano della specialità in carica. Entrambi si presentano all’appuntamento ligure con due vittorie all’attivo – Slalom Città di Sant’Angelo Muxaro e Slalom Città di Loceri per Venanzio, Slalom Rocca Novara di Sicilia e Slalom Città di Campobasso per Puglisi. A far la differenza, a questo punto del campionato ancora minima, sono i tre secondi posti conquistati da Venanzio contro l’unico analogo risultato messo a segno di Puglisi, secondo allo Slalom Città di Loceri, “solo” terzo allo Slalom dei Trulli e quarto allo Slalom Città di Sant’Angelo Muxaro.

Primo, interessatissimo, spettatore, al volante della sua Osella PA 9/90 Honda, di questo duello è il campano Luigi Vinaccia, terzo, sia nella classifica assoluta sia di quella di gruppo, con 53 punti all’attivo frutto della vittoria al recente Slalom sei Trulli, di tre terzi e di un quarto posto. Quarta piazza con 38 punti per il campano Domenico De Gregorio impreziosita da un terzo posto raggiunto, su Radical SR4 Suzuki, allo Slalom Città di Loceri. Dietro al pilota che completa il quartetto dei sempre a punti nei primi quattro slalom in calendario, a sole cinque lunghezze di distacco in una classifica ancora cortissima, si piazza il corregionale Gianluca Miccio che “parcheggia” la sua Radical SR4 BMW al quarto posto nella classifica di gruppo davanti a quella di De Gregorio. Sesto posto per il siciliano Michele Ferrara, primo su Peugeot 106 nella classifica tricolore di Gruppo A, davanti ad Angelica Giamboi, attuale leader nella classifica tricolore di Gruppo Speciale Slalom dove, al volante di una Fiat X 1/9, precede la corregionale Rossella Pappalardo su Fiat 500. Duello francese in Gruppo N tra Giovanni Tumminello su Peugeot 106 e Giacomo Benenati su Renault Clio con il primo, ottavo assoluto, davanti al secondo di sole due lunghezze e a ruoli invertiti, con lo stesso sottilissimo scarto, nella classifica tricolore di gruppo. Alle loro spalle, nella classifica di gruppo, si piazzano Mario Radici e Marco Cannino, il primo tra gli Under 23, rispettivamente terzo e quarto al volante di Renault Clio e Citroën Saxo Vts. Quinta posizione per Antonio Truscello su Peugeot 106. Chiude la top ten della classifica di Campionato Italiano Slalom il molisano Fabio Emanuele con i sei punti raccolti a bordo della sua Osella PA 9/90 Alfa Romeo nello Slalom Città di Campobasso, unico, fino a questo momento, slalom da lui corso.

Nelle restanti classifiche dei Campionati Italiani Slalom di Gruppo, primo posto in Gruppo Racing Start per “King Dragon” al volante di una Mini Cooper S imitato in Gruppo RS Plus da Ignazio Bonavires, primo su Peugeot 106, davanti a Paolo Battiato su vettura gemella e a Biagio Cassibba su Mini Cooper S. Duello tra Renault Clio in Gruppo E1 Italia dove ad avere la meglio, per ora, è Giuseppe Messina su Antonino Marzuillo. In Gruppo E2 SH, primo posto per Donato Catano su A 112 Suzuki davanti a Fabrizio La Porta e Franco Serago, l’uno su Fiat 126 Suzuki, l’altro su Fiat 126 Kawasaki. cui fa il paio, in Gruppo E2 SS, il primo posto di Antonino Di Matteo su Formula Gloria C8 Suzuki davanti ad Adriano Ricci su Formula Gloria Suzuki. Primo posto in coabitazione sul podio tricolore delle monoposto per Fabio Gargiulo e Giuseppe Esposito, entrambi su Kart Cross sui gradini del. Sul terzo gradino del podio, sempre al volante di un Kart Cross, sale Vito Ciracì.

Cerca un Calendario in Archivio