6° Autoslalom Città di Sant’Angelo Muxaro

Girolamo Ingardia conquista il 6° Autoslalom Città di Sant’Angelo Muxaro

A Sant'Angelo Muxaro vince, come da pronostico, Girolamo Ingardia. Il pilota della Trapani Corse ha rispettato le attese mettendosi tutti alle spalle, facendo segnare il tempo di 135,61 punti-secondi. Il podio è completato da Nicolò Incammisa e Marco Segreto, che hanno fermato il crono rispettivamente in 139,85 e 140,24. Ai piedi del podio Michele Poma (Campobasso Corse), con 140,48. Nella speciale classifica Gruppo A è Ivan Brusca, della Ro Racing A.S.D, a conquistare il gradino più alto. Nella generale, invece, il pilota di San Biagio Platini, ha chiuso all'undicesimo posto. Tra i primi dieci assoluti, oltre ai quattro già citati, troviamo anche Salvatore Gentile, dell'Armanno Corse, Angelo Cucchiara, Elio Tumbarello, Salvatore Catanzaro, Giuseppe Messina e Tony Mayorana.

Martin Sartorio 25 Luglio 2021

Sant’Angelo Muxaro – In una giornata lunga e movimentata, il 6° Autoslalom Città di Sant’Angelo Muxaro è stato vinto da Girolamo Ingardia con 135,61 punti-secondi. Il pilota con la sua Gloria C8 Suzuki si è davvero messo tutti alle spalle, a partire dai colleghi della sua Trapani Corse. Il podio è infatti completato da Nicolò Incammisa (139,85) e Marco Segreto
(140,24).
Il presidente della scuderia, beniamino del pubblico, non sbaglia un colpo e conquista il suo sesto podio in sei edizioni. La soddisfazione, al termine della manifestazione, è tangibile ma Incammisa trova sempre, il cosiddetto pelo nell’uovo. Battere Ingardia, però, quest’oggi, era davvero complicato:
“Arrivare davanti a Girolamo è quasi impossibile – esordisce Incammisa ai nostri microfoniperò speravo di fare meglio nella seconda e terza manche. Il fatto che si sia prolungata la gara, arrivando al pomeriggio non ha certo aiutato. La strada era davvero perfetta alla prima, poi non ho voluto rischiare. Sono chiaramente contentissimo per il podio tutto della Trapani, anche se ci ho rimesso (sorride, ndr), con il podio conquistato da Segreto devo una cena a dieci persone e sono chiaramente felice di farlo”.
Tanta felicità anche per Marco Segreto. Il pilota su Ghipard ha conquistato il podio con il tempo ottenuto nell’ultima manche. Poma, della Campobasso Corse, che non ha gareggiato alla terza, per via di un problema meccanico, è così scivolato al quarto posto.
Il forfait di Poma ha spinto Ingardia a non disputare la terza manche ma, come detto da Incammisa, il suo primato era davvero inattaccabile. Segreto, però, l’avrebbe voluto avvicinare: “Altra gara e nuova esperienza per me, che continuo a conoscere sempre di più la macchina. Ho commesso degli errori che mi hanno fatto perdere qualcosa – afferma Segreto -. Ma sono davvero felice, anche se l’idea di mettere le gomme nuove non ha pagato.

Confermo che Incammisa mi ha motivato ad ottenere questo podio (sorride, ndr.)”.
Dal podio, durante la premiazione, esulta Ingardia, che si è detto felice di aver conquistato una gara, che alla fine si è rivelata più complicata del previsto.
La manifestazione, che ricordiamo è valevole come prova del Trofeo D’Italia Sud, della Coppa Slalom 5^ Zona e del Campionato Siciliano (coefficiente 1,5), oltre che dello Challenge Paliké, è stata organizzata dalla Muxaro Corse, coadiuvata dal Team Paliké.
A Sant’Angelo Muxaro si è tornati, dunque, a far festa. Felice per la riuscita della manifestazione, il primo cittadino, Angelo Tirrito. Il sindaco, che in mattinata ha dato il via alla gara con il classico e tradizionale sbandieramento del tricolore, ha manifestato la sua gioia: “E’ un giorno di festa per il paese, dopo un periodo difficile – afferma sul palco al termine della gara -. E’ stata una giornata magnifica, grazie al lavoro di tutta la macchina organizzativa. A nome dell’Amministrazione, ringrazio la Muxaro Corse e il Team Paliké. Li ringrazio per averci donato il primo grande evento nell’era covid-19”.
Ringraziamenti – da parte dell’organizzazione, in questa circostanza- all’Assessorato Sport e Spettacolo della Regione Siciliana.
La gara tra i birilli, sul circuito, di circa 3 km, che si dirama lungo la S.P. 19, si è prolungata per via di alcuni incidenti. Tanto spavento per quello occorso a Sabatino Pagnozzi, che ha richiesto l’intervento dell’ambulanza. Il pilota per precauzione è stato portato in ospedale ma ci informano che sta bene.
La gara è così potuta andare in porto regolarmente, facendo la felicità dei tanti tifosi, che hanno seguito le tre manches, anche sul canale Twitch della Muxaro Corse. La gara è stata seguita da diversi operatori specializzati. Fotografi e giornalisti per diverse testate ma anche radio e tv: tutti presenti per seguire il 6° Autoslalom Città di Sant’Angelo Muxaro.

Nicolò Incammisa

Nel paese dell’agrigentino, per seguire tutte le fasi dell’evento, anche l’Osservatore della Federazione Aci Sport, Pasquale Basile, per un’eventuale titolazione superiore.
Tornando alla gara, va sottolineato l’undicesimo posto di Ivan Brusca, tra i più amati dal pubblico. Il pilota della vicina San Biagio Platini è riuscito a mettersi tutti alle spalle nella classifica speciale di Gruppo A. I Gruppi N, RS ed E2SC sono stati vinti, invece, rispettivamente da Ignazio Bonavires, del T.M. Racing, Salvatore Giacolone (scuderia Omega A.S.D.) e Nicolò
Incammisa.
Proseguendo, nelle speciali classifiche di Gruppo, successi per Ingardia (E2SS), Emanuele Campo (P.S.), Tony Mayorana (S.S.), Giuseppe Messina (E1ITA), Giuseppe Perniciaro (RSPLUS), Filippo Cerniglia (E2SILHOUETTE) e Gaspare Gennaro (BICILINDRICHE).
Per quanto riguarda le classifiche di Classe, invece, i vincitori sono: Fabio La Greca (A1150), Filippo Francaviglia (A1400), Ivan Brusca (A1600), Maurizio Mirabile (A2000), Lorenzo Sampino (N1400), Ignazio Bonavires (N1600), Mario Radici (N2000), Salvatore Giacalone (RS1.6), Giuseppe Vaccara (RS2.0), Salvatore Gentile (E2SC1000), Nicolò Incammisa (E2SC1600), Girolamo Ingardia (E2SS1150), Emanuele Campo (P.S P1), Andrea La Corte (S.S. S1), Giovanni Buttacavoli (S.S. S3), Michele Lercara (S.S. S4), Tony Mayorana (S.S. S5), Salvatore Nicotra (S.S. S7), Gabriele Giaimo (E11400), Giuseppe Imparato (E11600), Giuseppe Messina (E12000), Gianluca Macca (E11600T.), Giuseppe Perniciaro (RS1.6PLUS), Gino Giordano (RS2.0PLUS), Gaspare Gennaro (BIC.700GR5) e Filippo Cerniglia (E2SH1150).
Tra le auto storiche vittorie per Salvatore Parisi (HST1) e Calogero Bono (HST3), davanti a Gerlando Alletto. Per quanto riguarda le Attività di Base, successi per Salvatore Vella (ADBN 1600), Salvatore Bellanca (ADBN2000), Bernardo Buggemi (ADBA1150), Gennaro Russello (ADBA2000). Chiudiamo sottolineando il 69esimo posto di Simona Martina Santoro (186,33), l’unica donna a prendere parte alla gara.
Per la classifica legate alle scuderie, primo posto, ovviamente, per la Trapani Corse. Al secondo, la T.M.Racing davanti l’Armanno Corse.
Primi dieci assoluti
1. Girolamo Ingardia (135,61)
2. Niccolò Incammisa (139,85)
3. Marco Segreto (140,24)
4. Michele Poma (140,48)
5. Salvatore Gentile (145,30)
6. Angelo Cucchiara (145,39)
7. Elio Tumbarello (146,59)
8. Salvatore Catanzaro (149,77)
9. Giuseppe Messina (150,76)
10. Tony Mayorana (152,71)

Cerca un Calendario in Archivio