Scuderie

Weekend pieno di acuti per la Scuderia Vesuvio

IL TEAM CAMPANO PUO’ FESTEGGIARE PER I SUCCESSI DEI SUOI PILOTI
Ufficio Stampa Scuderia Vesuvio 24 Luglio 2017

AGEROLA (NA) – Presente in vari appuntamenti lungo tutto lo Stivale, con due vittorie assolute e diversi successi di gruppo e classe la SCUDERIA VESUVIO chiude al meglio il weekend del 22/23 Luglio,
Alla “54ª RIETI -TERMINILLO”, quest’anno in versione “slim” con un tracciato di circa 7 km, arriva la gioia più grande.
Enrico “Chico” Maione a bordo della Osella PA 21 Evo gestita dalla Progetto Corsa e da Paco74 grazie a due manche superlative riesce a conquistare la vittoria assoluta.
Irrefrenabile la gioia di Maione, che raccoglie il primato più grande nella sua gara preferita.
Con il crono totale di 5’28”.02 il veloce driver partenopeo relega in seconda posizione Michele Fattorini su Osella PA 21 JrB distaccato di 3”.10, mentre chiude il podio Graziano Buttoletti su Dallara.
Tanta sfortuna invece per il portacolori trapanese Andrea Pace, il quale durante la prima manche di gara pizzica la sua Radical Prosport E2SC 1000 e deve così abbandonare la contesa dopo ottimi crono fatti registrare nelle prove.
In Sicilia si è svolta la “33ª COPPA VAL D’ANAPO SORTINO”, gara valida per il Campionato Siciliano Auto Storiche e moderne.
La SCUDERIA VESUVIO raccoglie successi anche in terra sicula grazie a Francesco Avitabile e Melchiorre Lo Biundo
Avitabile dopo tanto lavoro al propulsore della sua vettura, con la sua BMW 320 I torna a stampare ottimi tempi e conquista il successo in Classe Silh> 2000, chiudendo in terza posizione sia in Gruppo Silhouette sia nell’assoluta del 3° Raggruppamento.
Lo Biundo con la piccola ma scattante A112 da il massimo nel 2° Raggruppamento chiudendo in sesta posizione nella generale, al 4° posto di Gruppo TC ma riuscendo a conquistare la vittoria in classe TC-1150.
Grandi soddisfazioni anche dal “4° TROFEO ABRIOLA SELLATA”.
Sullo storico tracciato, palcoscenico in passato di sfide in cronoscalata, a raggiungere la vetta della classifica, mettendo insieme anche successo di classe e di gruppo è stato Carmelo Coviello.
Il portacolori Scuderia Vesuvio a bordo del “millino” Victor Engineering P12 sopravanza Bernardino Vaccaro su Gloria e Rocco Manta su Radical Prosport.
Conquistano la vittoria Maurizio Perrotta in classe N1400 su Peugeot 106 e Leo Giovanni su Renault 5 GT in classe E1 Italia >2.0
Chiude invece in settima posizione assoluta e seconda di classe Vito Riviezzi su Fiat 600 Proto.
Ancora tanta sfortuna per Alfonso Avitabile, costretto al ritiro durante la prima manche di gara per noie meccaniche.
La SCUDERIA VESUVIO è stata perfettamente rappresentata anche al “1° Slalom Colline de Sannio”.
A conquistare il successo è stato Luigi Vinaccia dell’Autosport Sorrento su Osella PA9/90 Honda, che ha avuto la meglio di Attilio Iannotti su Predator e del nostro Ferdinando Terminiello.
Terminiello a bordo della sua Peugeot 106, conquista anche il primato in Gruppo A ed in classe A1600, sfruttando al meglio le potenzialità della vettura curata dalla Paolillo Racing.
A Lugagnano andava invece di scena il “27° SLALOM LUGAGNANO-VERNASCA”, valido per il Campionato Italiano Slalom.
A vincere è stato anche in questa occasione il lucano Saverio Miglionico a bordo della sua Radical SR4, che con il miglior crono di 173.03 punti sopravanza il siciliano Giuseppe Castiglione su vettura gemella ed il vesuviano Luigi Sambuco su REBO Alfa Romeo.
Per la Scuderia Vesuvio ottima prestazione seppur con un po’ di amaro in bocca per Luigi Padovano, che con la sua Renault 5 GT chiude al secondo posto in classe S7 per soli 3 centesimi di secondo.
Padovano può comunque essere soddisfatto per gli ulteriori punti conquistati in ottica campionato.

Gare Effettuate

Cerca un Calendario in Archivio