27° Slalom Lugagnano - Vernasca

Sono 98 gli iscritti alla Lugagnano-Vernasca quinta gara del CIS 2017

Sono novantotto i piloti iscritti alla gara in programma domenica 23 luglio valida per il Campionato Italiano Slalom. Al via tutti i primi attori della serie tricolore: Giuseppe Castiglione, Saverio Miglionico e Salvatore Venanzio, tutti e tre su Radical SR4. Partenza della prima manche alle ore 13.30.
AciSport 20 Luglio 2017

Tutto pronto per il via della Lugagnano-Vernasca, quinto appuntamento valido per il Campionato Italiano Slalom 2017 che si correrà domenica 23 luglio. Attesi al via dei quattro chilometri a cronometro che, dal centro del paese, salgano verso Vernasca, un centinaio di concorrenti pronti a darsi battaglia e a regalare spettacolo nelle tre manches di gara previste dal programma della manifestazione. Tra questi i primi tre della classifica assoluta della serie tricolore, tutti e tre su Radical SR 4 e tutti in cerca di punti preziosi per la conquista di un campionato tanto avvincente quanto aperto a ogni possibile risultato finale. Con il numero 6 sulle fiancate della sua vettura, il giovane pilota trapanese Giuseppe Castiglione difenderà la sua attuale posizione in classifica, in testa con 107 punti, frutto di un primo posto allo Slalom Città di Campobasso e di ben tre secondi. A mettergli pressione per provare a balzare al comando, in gara con il numero 3, ci sarà Saverio Miglionico. Il driver lucano, anche lui giovanissimo, si presenta sui colli piacentini con 98 punti e forte di ben tre vittorie assolute in altrettanti slalom: Agro Ericino, Torregrotta-Rocca Validina e il recente Salerno-Croce di Cava. A macchiare una stagione altrimenti perfetta, pesa lo zero, figlio di una giornata per lui da dimenticare, fatto segnare a Campobasso. Completa il terzetto il campano Salvatore Venanzio, l’attuale detentore del titolo tricolore con l’onore del numero 1 sulla sua Radical SR4, sicuramente desideroso di cambiare l’inerzia di una prima parte di campionato in cui i 71 punti fino a questo momento messi insieme gli vanno stretti. Oltre a questi tre, occhi puntati per la vittoria finale anche sugli altri iscritti in Gruppo E2 SC, le ex – ma sempre potentissime e spettacolari – Sport Prototipo Slalom: Severino Gallini al volante di una Radical SR4, Davide Piotti, su Osella PA 8/9, e Luigi Sambuco su Rebo motorizzata Alfa Romeo.

“Siamo soddisfattissimi del numero degli iscritti”, commenta Oscar Magnani, “che premia lo sforzo fatto per riportare la Lugagnao-Vernasca nel Campionato Italiano Slalom. Il livello raggiunto non è un arrivo ma il punto di partenza; lo stimolo per fare sempre meglio e di questo slalom e di questa manifestazione una vera festa dei motori: per piloti appassionati e per appassionati di motori”. Soddisfazione che esprime anche Sergio Bosio, presidente della Commissione Slalom. “Dopo quattro gare di campionato al sud, due in Sicilia, una in Campania e una in Molise, la Lugagnano-Vernasca è il primo slalom “tricolore” che si corre al nord e i suoi numeri danno, meglio di tante parole, la misura di un rinnovato entusiasmo nei confronti della specialità, capace di coinvolgere piloti – molti i nomi nuovi – e organizzatori di tutta Italia”.

Tra i novantotto iscritti alla Lugagnano-Vernasca 2017 suddivisi nei vari gruppi a seconda del grado di preparazione della vettura e della cilindrata del motore, i più numerosi sono quelli in Gruppo N dove ben venti piloti lotteranno per la vittoria. Solo per citare i numeri di quelli più numerosi, sedici i piloti in Gruppo Speciale Slalom e quindici quelli in Gruppo A, dieci tra le storiche, otto tra Racing Start e sette ciascuno tra le VTS e le E1 Italia. In questo gruppo, con il numero 18 sulle portiere della sua Peugeot 208 alimentata a gas metano, Christian Bussandri. Il pluricampione italiano Formula Challenge che sulle strade della Val d’Arda è di casa corre un solo slalom all’anno e domenica festeggerà la sua decima presenza alla Lugagnano-Vernasca, l’unico slalom che lo vede tra i concorrenti. “E’ una gara molto tecnica e lungo i suoi quattro chilometri si trova tutto quello che ci si può aspettare da uno slalom: discesa, salita con sette ampi tornanti, un falsopiano nel finale molto veloce. Vincerà il più bravo a trovare il giusto compromesso tra velocità e precisione e sicuramente, per vettura ed attitudine, non sarò io. Ma essere al via di questa gara, con il parco assistenza nel paese, la partenza a due passi e il calore del pubblico, vale quanto una vittoria”.
Dopo le verifiche, tecniche e sportive, la Lugagnano-Vernasca entrerà nel vivo con la partenza della manche di ricognizione fissata per le ore 11.30 di domenica 23 luglio; alle ore 13.30 il via della prima manche di gara e la parola passerà definitivamente ai motori.

Gare Effettuate

Cerca un Calendario in Archivio