Scuderie

La Scuderia T.M. Racing Messina attacca in forze per il bis tricolore a Torregrotta

Il sodalizio giallorosso con al timone Giovanni Vinci punta a confermarsi ai vertici nazionali nella prediletta gara di casa, dopo lo strabiliante successo targato 2019. “Punte di diamante” della scuderia, che mira a conquistare inoltre il secondo titolo regionale Slalom consecutivo, saranno Emanuele Schillace, Michele Puglisi (su Radical), Ignazio Bonavires, Davide Giorgianni (Peugeot), Giuseppe Giametta, Nino Di Matteo (Gloria) e Giovanni Greco

T.M. Racing Messina 15 Ottobre 2020

Messina – Un finale di stagione ancora una volta da incorniciare per la Scuderia T.M. Racing. Le difficoltà e le restrizioni legate all’emergenza sanitaria da Covid-19 non hanno spento gli entusiasmi in seno alla plurititolata associazione motoristica messinese, nonostante un’annata agonistica per forza di cose ridotta nei contenuti e nelle attese della vigilia, così come nel numero di gare da disputare. La T.M. Racing è già concentrata per onorare nella maniera migliore il primo dei due appuntamenti che consegneranno la corona tricolore nell’ambito del Campionato Italiano Slalom 2020. Vale a dire il prestigioso Slalom Torregrotta-Roccavaldina, gara di casa approdata alla sua 25a edizione, in qualità di sesta e penultima tappa della serie promossa da AciSport. Nel piccolo centro ad una manciata di chilometri da Messina si correrà proprio domenica (a fronte di oltre 110 iscritti), mentre la Campania ospiterà il settimo e decisivo round del Cis, al Trofeo Città di Massa Lubrense (NA).

A Torregrotta, la T.M. Racing dovrà confermare la fascia di sodalizio campione italiano in carica conquistata a fronte di una stagione straordinaria, quella targata 2019, che ha fruttato al dinamico presidente Giovanni Vinci anche il titolo di campione regionale Slalom, sempre tra le scuderie. “Approdiamo alla sfida di casa – puntualizza il massimo responsabile della T.M. Racing – con la consapevolezza di aver colto risultati e vittorie importanti, per i nostri colori, nei due precedenti appuntamenti siciliani con il Campionato italiano, a Novara di Sicilia e ad Erice. A Torregrotta contiamo di scrivere un altro pezzo rilevante della nostra storia. Questa è la gara di casa. L’obiettivo rimane quello d’indossare per il secondo anno consecutivo il Tricolore, sarebbe un’impresa leggendaria per le nostre forze. Per il momento manteniamo come scuderia la vetta con ben 19 punti di vantaggio sulle avversarie. Speriamo di poterlo affermare anche a conclusione dello Slalom di Torregrotta…”.

Michele Puglisi (Radical SR4 Suzuki) – ph. Manuel Marino

Per quanto concerne i piloti, il plurititolato agrigentino (di Sciacca) Ignazio Bonavires è al comando della classifica Conduttori del Campionato Italiano Slalom con 44,50 punti, al volante della piccola ma “pepata” Peugeot 106 Gti 16v della Patacco Corse, con la quale precede in graduatoria il molisano Emanuele (attuale leader del tricolore) ed il campano Venanzio, entrambi a quota 34,75 punti. Bonavires detiene anche la vetta nel gruppo N, sempre nella classifica tricolore Slalom.
Come non citare inoltre il giovane talento Emanuele Schillace? Il messinese, “figlio d’arte”, ormai da anni autentica realtà nel panorama automobilistico nazionale, ha fin qui dominato gli Slalom Rocca Novara ed Agro Ericino, gare con validità Cis disputate nella sua Sicilia, candidandosi con la scattante Radical SR4 Suzuki gommata Pirelli come uno tra i principali favoriti per il successo finale anche a Roccavaldina. Schillace, campione regionale Slalom 2019, detiene inoltre il primo posto nella classifica provvisoria del Campionato siciliano di categoria, che punta pertanto a rivincere quest’anno. Tra gli altri alfieri della T.M. Racing Messina attesi protagonisti domenica a Torregrotta, non vanno tuttavia trascurati il velocissimo kartista mazarese Giuseppe Giametta, anche lui emerso come uno tra i piloti emergenti del motorismo siculo (vincitore quest’anno dello Slalom Altofonte-Rebuttone, nel Palermitano ed ora 3° assoluto nella graduatoria provvisoria regionale), con la Gloria B4 Suzuki e l’altro agrigentino (sempre originario di Sciacca) Nino Di Matteo, a sua volta stabilmente nella “top ten” delle principali gare di categoria ed attualmente al comando nella classifica del Campionato siciliano per quanto riguarda la classe E2SS 1600, con la Gloria C8F Evo Suzuki.

Ignazio Bonavires (Peugeot 106 Gti 16v) – ph. Manuel Marino

Tra i piloti di casa, occhi puntati anche sul torrese Giovanni Greco, campione italiano in carica tra le Bicilindriche e proteso verso la conquista della vetta a Torregrotta con la sua Fiat 500 (attualmente il portacolori della T.M. Racing occupa la seconda piazza, a 5 punti dalla vetta). Ma anche su Davide Giorgianni, al momento in seconda piazza in classe S5 del gruppo Speciale, ma desideroso di colmare il distacco dal primo posto di categoria, con la sua Peugeot 106 Gti 16v. Grandissima attesa, nello Slalom Torregrotta-Roccavaldina, anche per l’altro talento e “figlio d’arte” catanese (risiede a Giarre) Michele Puglisi, non troppo fortunato sino a questo punto della stagione, ma pur sempre pericolosissimo avversario nella lotta per la vittoria finale. Puglisi, campione italiano Under 23 in carica, si trova al secondo posto in questa speciale graduatoria e chiaramente è proteso verso due possibili affermazioni (in Sicilia e nel prossimo appuntamento di Massa Lubrense) alla guida della sua Radical SR4 Suzuki.

L’annata sin qui trionfale, sebbene problematica per i motivi che sappiamo, per la Scuderia T.M. Racing Messina, è arricchita dalla vetta del Campionato siciliano Slalom, al momento detenuta dal sodalizio peloritano con oltre 60 punti di vantaggio sulla Trapani Corse, che anche lo scorso anno contese alla T.M. sino all’ultima prova la vittoria del titolo regionale di specialità.
“Questi risultati – commenta per concludere Giovanni Vinci, presidente della T.M. Racing – sono il frutto di un gran lavoro portato avanti dai piloti, i quali, con enorme spirito di sacrificio, passione ed attaccamento ai colori sociali, hanno affrontato spesso lunghe trasferte, impegnando il loro tempo ed i loro denaro, in un periodo storicamente difficile della nostra vita. È per me un onore stare a capo di questa realtà messinese. Sono orgoglioso di portare il nome della mia città in giro per la Sicilia e per l’Italia. Aver vinto lo scudetto Slalom nel 2019 si è rivelato come un sogno realizzato per tutti noi”.

Cerca un Calendario in Archivio