1° Slalom di Montemerlo  

Fanton e Paccagnella brillano a Montemerlo

Bene i portacolori di Rally Team tra le porte patavine, quello di Vò Euganeo è terzo tra le millesei gruppo A mentre quella di Saccolongo chiude terza assoluta tra le storiche.
Fabrizio Handel 29 Giugno 2022

Rosà (VI) – Dopo tanto, forse troppo, tempo la provincia di Padova è tornata a festeggiare la nascita di una nuova manifestazione dedicata al motorsport e ad un’occasione così significativa, per questo territorio, non poteva mancare la risposta di tanti piloti locali.

Due erano le punte casalinghe griffate Rally Team, protagoniste ad alto livello, sia tre le vetture moderne che tra le regine del passato, nella prima edizione dello Slalom di Montemerlo.

Top ten assoluta sfiorata, undicesimo alla fine, per un più che positivo Marco Fanton, impegnato in un delicato rientro ed a bordo di una Peugeot 106 Rallye gruppo A di Galiazzo.

Il pilota di Vò Euganeo, abituale frequentatore del mondo rally, non ha saputo resistere al richiamo di un appuntamento vicino a casa, partendo forte nella manche di ricognizione, quinto parziale assoluto, per poi perdersi nella prima di gara e dare vita ad una bella rimonta.

Al termine della sua Domenica un buon terzo gradino del podio in gruppo A e classe A1600.

“È andato tutto bene” – racconta Fanton – “e la nostra Peugeot 106 si è comportata molto bene. È stata una bella manifestazione, comoda perchè vicino a casa ma anche ben organizzata. Siamo molto soddisfatti del nostro risultato anche se si poteva fare pure meglio.”

Alice Paccagnella

A rispolverare casco, tuta, guanti e scarpette ci ha pensato invece Alice Paccagnella, al rientro in attività dopo una lunga assenza dalla scena, tornata alla guida di un’Opel Corsa GSI gruppo A, curata da Race Group, e già in grado di esprimersi ad un ottimo livello tra le storiche.

Terza assoluta dopo la ricognizione la pilota di Saccolongo pagava dieci di penalità nella prima manche di gara, firmando poi lo scratch in una successiva tornata vissuta soltanto a due.

L’ultimo passaggio, il migliore per la pilota di Saccolongo, si concludeva con una seconda prestazione assoluta che le consentiva di chiudere la gara di casa sul terzo gradino del podio, nella generale ma anche in gruppo HST2, nonché vincitrice della classe HST21600.

“Una gara molto particolare” – racconta Paccagnella – “che si è corsa tutta in pianura. Chicanes create che, solitamente, negli slalom non esistono. Un contesto completamente diverso dal solito. Velocità più alte, staccate più importanti e tanto divertimento. Solitamente i miei migliori tempi li ottengo tra la prima e la seconda manche mentre qui, stranamente, è arrivato alla terza. Abbiamo vinto la classe e chiuso terzi assoluti nella nostra vera gara di casa, visto che siamo a pochi chilometri dalla zona dell’evento. I miei ragazzi, di Race Group, sono stati bravissimi, nonostante le temperature torride. In tanti si sono fermati, proprio per il caldo. Avevo una gran voglia di ritornare in auto, era dallo scorso Ottobre che non sentivo il profumo della competizione. È stato molto bello provare qualcosa di diverso, vicino a casa. In tanti amici, anche non appassionati al mondo delle corse, sono venuti a trovarmi ed è stato decisamente piacevole. Quest’anno sarà una stagione transitoria, il pensiero di provare a buttarsi nei rally storici c’è ma non abbiamo ora le risorse per farlo. Valuteremo quindi se essere presenti ad Este, a Settembre, per poi concentrarci al massimo sul prossimo 2023.”

Cerca un Calendario in Archivio